Il parco di Cosentini..

Nel parco basta poco per divertirsi.
La splendida cornice del parco, la splendida oasi verde che ci ospita sotto gli occhi attenti del vulcano, è motivo sufficiente per non mancare..

Oasi verde, tra le braccia del vulcano

Il parco di Cosentini sorge in un'area di circa 5 ettari destinata anticamente a riserva di caccia e nota come "bosco della Cunigghieria".
Oggi è ufficialmente un parco urbano, tutelato dalle istituzioni, che però stentano a dare a quest'area meravigliosa la fruizione che merita.
Uno dei meriti del basula fest è sicuramente quello di avere cura del parco, attualmente in buona salute anche grazie alle ripetute bonifiche effettuate periodicamente dai membri della nostra associazione.

Querce, eucalipti, frassini

Gli alberi presenti sono di rilevante interesse, sia per la vetustà, che per la loro vegetazione. Fra essi sono di notevole dimensione alcuni eucalipti, querce ed esistono molti sambuchi, ulivi e gruppi di frassini a macchia. E' anche presente l'ilice nella varietà tipica nelle contrade etnee e il bagolaro, comunemente chiamato minicucco. Molto suggestiva è la rete di viottoli originariamente presente nel bosco che permette di godere nei particolari le bellezze della florida vegetazione. Non molto distante dal Parco, lungo la via Fossa Gelata, sono visibili su di un promontorio, in tutta la loro imponenza, una coppia di pini mediterranei e, piu avanti, la grande quercia del sommacco.