IPERcusSONICI

Suoni antichi per musica futura

2013, 2006

ipercussonici

Dopo la presenza al basula fest 2006, la band catanese ritorna sul palco del basula fest.

Il progetto musicale ipercussonici nasce, infatti, già nel 2002, e riesce in breve tempo a creare salde radici nel pubblico siciliano, grazie anche al peculiare “Liotro Sound”, basato sull'inedito impatto sonoro di strumenti antichi come marranzani, didjeridoo e percussioni, sulla ricerca poliritmica siculo-africana, e sul dialetto come lingua franca per canzoni trascinanti che, pur affondando a piene mani nella tradizione siciliana, mischiano generi diversi: dal rock al reggae, dal drum’n’bass alla techno.

Dal 2005, data di uscita del primo cd autoprodotto “Liotro”, la band effettua frequenti tour in Italia e all’estero partecipando ad importanti festival in Olanda, Francia, Ungheria, Giappone, e poi ancora Germania, Inghilterra, Portogallo, Tunisia.

Nel 2008 la pubblicazione per Finisterre del loro cd “Tutti Pari”, che viene presentato in diretta su Rai Radio 3 e trasmesso dalle radio nazionali, entrando per diverse settimane nella playlist di “Caterpillar” su Radio2. Il successo riscontrato in Inghilterra al festival WOMAD di Peter Gabriel, dove sono stati presentati come “the adventurous new sound of Sicily”, dimostra la loro capacità di coinvolgere i pubblici più svariati: dai festival Folk a quelli Reggae, Rock e World, dai club underground ai grandi palchi all’aperto e nelle piazze, senza mai trascurare i concerti in sostegno a importanti cause civili, sociali e ambientaliste.

Nel 2011 il singolo “Mururoa” viene usato da Greenpeace per contribuire alla campagna referendaria contro il ritorno del nucleare in Italia

Nel 2012, per il 20° anniversario della strage di Capaci, la loro personalissima rielaborazione del brano di Rosa Balistreri “Quannu Moru, Faciti ca nun Moru” diventa un video dedicato a tutti quelli che continuano a vivere lottando contro le mafie.

www.ipercussonici.it